insegna

NORMATIVA NAUTICA

COMUNICAZIONE DI ESERCIZIO DELLA PESCA SPORTIVA E RICREATIVA

Il decreto MIPAAF del 6 dicembre 2010 per la promozione della rilevazione della consistenza della pesca sportiva e ricreativa in mare prevede che chiunque effettui la pesca a scopo sportivo o ricreativo in mare deve comunicare l’esercizio dell’attività al Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali. Tale comunicazione deve essere inoltrata dal pescatore, direttamente o con il supporto delle associazioni di pesca sportiva e ricreativa, collegandosi alla pagina qui indicata.

Il modulo con l’avvenuta registrazione deve essere portato con sé durante l’esercizio dell’attività di pesca. Chi dovesse incorrere in un controllo e ne venisse trovato sprovvisto avrà il termine di 10 giorni per mettersi in regola.

Con Decreto Direttoriale 5205 del 04/03/2020 tutte le comunicazioni in materia di pesca sportiva e ricreativa già inserite negli anni precedenti nel sito sono state prorogate nella loro validità fino al 31 dicembre 2022 (non è necessario compiere alcuna azione).

TAGLIE MINIME CATTURABILI DI PESCI, CROSTACEI E MOLLUSCHI

Sul sito del MIPAAF è disponibile la tabella aggiornata con il riepilogo delle taglie minime in relazione alle specie catturate di pesci, crostacei e molluschi.

RIDUZIONE CONTINGENTE DI CATTURA DEL TONNO ROSSO

Con il Decreto Ministeriale del 18 Giugno 2013 è stata disposta l’immediata riduzione del contingente di cattura del tonno rosso assegnato alla pesca sportiva/ricreativa.

PESCA SPORTIVA E/O RICREATIVA DEL PESCE SPADA

Con la Circolare n.423 del 28 Febbraio 2013 della Direzione Generale della Pesca e dell’Acquacoltura del MIPAAF, sono state disciplinate le procedure per lo svolgimento della pesca sportiva e/o ricreativa del pesce spada.